PEELING 2018-05-16T15:20:45+00:00

PEELING
Esfoliazione profonda, Trattamento di acne, Macchie Cutanee, Attenuazione delle piccole rughe

Il Peeling è un trattamento medico estetico che ha lo scopo di favorire il rinnovamento cellulare attraverso l’utilizzo di agenti chimici o fisici sulla sua superficie. L’applicazione di queste sostanze determina un’ esfoliazione ed uno stimolo alla velocità di rigenerazione cellulare. Il trattamento è ideale per un’esfoliazione profonda, per il trattamento di acne o macchie cutanee  e per l’attenuazione delle piccole rughe.

La Dottoressa Guarneri utilizza le seguenti sostanze:

  • ACIDO GLICOLICO

  • ACIDO SALICILICO

  • ACIDO MANDELICO

  • ACIDO TRICLOROACETICO

Il capostipite indiscusso degli agenti chemoesfolianti è l’ACIDO GLICOLICO, che grazie al suo piccolo peso molecolare, penetra sapientemente nella struttura della cute, garantendo efficacia e rapidità d’azione. Con questa sostanza il meccanismo di esfoliazione è delicato e specifico.  Gli effetti istologici sono ben documentati: lo strato corneo si assottiglia ma l’epidermide, nel suo insieme, aumenta di spessore del 30-50%. Tutto ciò perché il glicolico ben concentrato raggiunge velocemente le papille dermiche, con successiva reazione dermica di incrementata attività fibroblastica da cui aumentata produzione delle fibre di collagene e di elastina. Ne deriva pertanto un notevole miglioramento della trama cutanea, che appare dopo un ciclo di trattamento, sensibilmente più giovane, più compatta, più fresca.

La scienza medica, in continua evoluzione, ha portato negli ultimi anni alla ribalta anche altri principi attivi molto efficaci in numerose alterazioni della pelle. L’ ACIDO SALICILICO, per esempio, si dimostra altamente curativo nelle cuti acneiche, seborroiche, impure e con pori dilatati, grazie alla sua azione cheratolitica, sebo regolatrice e batteriostatica. E’ in grado di risanare la pelle in caso di acne comedonica, papulo-pustolosa, nodulare e rosacea.

L’ACIDO MANDELICO, invece, è più specificamente indicato per le iperpigmentazioni (macchie) correlate con il crono e photoaging (invecchiamento e danno da radiazioni solari e UVB), o con il melasma e cloasma (pigmentazione brunastra del volto da gravidanza e pillola contraccettiva).

Mentre si preferenzia l’impiego dell’ACIDO TRICLOROACETICO quando si devono trattare cicatrici da acne, smagliature, o rughe profonde.
Oggi la nanotecnologia consente di formulare una nuova generazione di chemesfolianti, capaci di offrire risultati ancor più soddisfacenti nel rispetto della più totale tollerabilità.

IL TRATTAMENTO

Il peeling chimico deve essere eseguito solo da personale medico in ambulatorio previa valutazione accurata del tipo di cute e della problematica che essa presenta.

In primo luogo il medico applica una sostanza allo scopo di rimuovere eventuali impurità dalla cute, successivamente procede all’applicazione del peeling vero e proprio, con l’ausilio di un pennello oppure con un dito di guanto, per le preparazioni più viscose. Il peeling viene lasciato agire sulla cute per alcuni minuti.

In tutti i casi il paziente avverte un leggero bruciore per pochi minuti al momento del peeling cui seguirà un certo arrossamento cutaneo a rapida risoluzione.

Nei giorni successivi potrà comparire una desquamazione, segnale dell’avvenuto rinnovamento cutaneo. Subito dopo il trattamento vengono applicate creme specifiche.

Il trattamento può essere ripetuto a seconda delle necessità dopo 3-4 settimane.

Non esistono controindicazioni particolari se non le generiche previste per altri interventi in medicina estetica.

I Peeling chimici vanno effettuati nel periodo autunno – invernale per evitare rischi legati all’esposizione solare che potrebbe determinare comparsa di macchie cutanee.

Se desideri maggiori informazioni sul trattamento di medicina estetica di peeling a Brescia, Cremona e Milano puoi richiedere un appuntamento attraverso la pagina contatti del sito oppure telefonando allo +39.329.7897397.