PRP IN DERMATOLOGIA 2018-05-17T10:56:38+00:00

PRP IN DERMATOLOGIA

acne

TERAPIA PRP PER LA CURA DI FERITE E ULCERE CUTANEE
Ulcere prp, prp cura ferite

Una ferita è un’interruzione della continuità della cute o delle mucose con danneggiamento dei tessuti sottostanti.
Viene definita ferita superficiale se interessa solo i primi strati della cute, profonda se interessa muscoli, ossa o organi interni, penetrante se l’azione traumatica raggiunge cavità anatomiche come l’addome o il torace. Le ferite vengono anche distinte e classificate a seconda di come si presentano.

Per lesione cronica in genere si intende una lesione che non guarisce e non progredisce attraverso le normali fasi della guarigione quali infiammazione, proliferazione, rimodellamento.

Tra le patologie per le quali è la medicina rigenerativa è più indicata, troviamo ulcere croniche degli arti inferiori, ulcere da pressione, ustioni cutanee e loro esiti.

Sono lesioni che colpiscono, di solito, anziani, persone con difficoltà di deambulazione, ma anche diabetici e soggetti con problemi circolatori.

Il particolare tipo di paziente, il sito della lesione e le condizioni locali della zona interessata sono i principali fattori che impediscono la guarigione della ferita. Infezioni, scarso afflusso di sangue nella zona della ferita, insieme alla necessità costante di usare strumenti per la deambulazione, come canadesi o carrozzine, sono ulteriori elementi all’origine delle ulcerazioni che colpiscono questi pazienti.

L’uso delle cellule del paziente – metodo autologo – processate in maniera dedicata, una volta applicate sulla parte malata, stimolano il naturale rilascio di fattori di crescita e il conseguente richiamo di cellule staminali avviando la rigenerazione del tessuto degenerato, e il rimodellamento della parte lesa.
In questo caso, il PRP viene estratto direttamente dal sangue del soggetto per essere, quindi, posto a contatto con la ferita.

ulcere piede

TERAPIA PRP PER LA CURA DELLE CICATRICI
Cicatrici, segni dell’acne, cicatrizzazione

Le cicatrici si producono per diverse forme di lesioni.

La dermoabrasione, trattamenti laser, creme, iniezioni e chirurgia, sono alcune delle opzioni che esistono per combattere le cicatrici.

Senza dubbio, i trattamenti per cicatrici che danno migliori risultati sono quelli combinati che utilizzano plasma ricco di piastrine.

Il PRP si impiega in chirurgia estetica anche per risolvere problemi di cicatrizzazione. Il procedimento PRP consiste nell’applicare o iniettare i fattori di crescita nei tessuti danneggiati con lo scopo di potenziare la rigenerazione della zona in maniera naturale.

Il PRP è molto efficace per aiutare a risolvere problemi di segni da acne, perché, favorisce la sintesi del collagene, la quale fa aumentare lo spessore della pelle riempiendo in maniera parziale la depressione delle ferite che ha provocato l’acne.

Ma c’è da segnalare che questo è un trattamento che da solo non ottiene risultati efficaci. Quindi, deve combinarsi con altri trattamenti, come per esempio, il trattamento laser, così da avere risultati più validi.

TERAPIA PRP PER LA CURA DELLA PSORIASI
Cute psoriasica, Malattie autoimmuni, Malattie dermatologiche, Desquamazione pelle

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante. Nella sua patogenesi intervengono fattori autoimmunitari, genetici e ambientali. La psoriasi sembra essere correlata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari, tra cui l’ictus e l’infarto del miocardio, e trattare l’iperlipidemia dei pazienti (gli alti livelli di lipidi nel sangue) può portare a un miglioramento.

La malattia, ad andamento cronico e ricorrente, è variabile nell’estensione dell’interessamento cutaneo. Si va da soggetti affetti da un numero molto limitato di piccole chiazze fino a soggetti con il corpo quasi completamente coperto da lesioni. Le unghie delle mani e dei piedi sono frequentemente interessate dal disturbo, definito distrofia ungueale psoriasica.

Le cause alla base della psoriasi non sono ancora del tutto chiare, ma si ritiene che la componente genetica ed immunologica abbiano un ruolo fondamentale. Diversi fattori ambientali sono in grado di scatenare od aggravare la psoriasi.

I ricercatori hanno recentemente esaminato l’uso del plasma ricco di piastrine nel trattamento delle lesioni cutanee psoriasiche, le loro scoperte hanno dimostrato risultati sorprendenti e significativi miglioramenti delle lesioni.

I trattamenti possono inoltre essere combinati con la fototerapia a LED.

globuli rossi